Nessun commento

INPS in rosso per 904 milioni: Se ancora non ti sei preoccupato per la tua pensione, ecco perché è il momento di farlo ora

Quanto manca alla pensione

Benvenuto sul blog di Parsifal, il Graal degli Investimenti, dove troverai tutte le soluzioni per tutelare al meglio il tuo futuro e quello della tua famiglia.

A proposito del tuo futuro, ti sei già chiesto quanto manca alla tua pensione e soprattutto, quanto lo Stato ti riserverà, una volta che ti ritirerai dal mondo lavorativo?

La pensione è una fase della vita spesso molto attesa, ma anche considerata troppo lontana nel tempo per doversene preoccupare ora, e questo vale soprattutto per i più giovani.

Considera, però, che rimandare “il problema pensione” era un lusso che potevano permettersi solo le generazioni che si sono ritirate dal lavoro 20 anni fa. Tu invece oggi, con la situazione attuale, non puoi permetterti di voltare la testa dall’altra parte.

Sia che tu stia lavorando già da diversi anni, vedendo avvicinarsi sempre più il tuo pensionamento, sia che tu abbia fatto l’ingresso nel mondo del lavoro da poco, visti i dati attuali dovresti essere estremamente preoccupato per il tuo futuro.

Leggendo questo articolo fino in fondo capirai il perché.

Il giorno del pensionamento rischia di non essere per te un giorno da festeggiare o un normale passaggio a una nuova fase della tua vita, ma l’inizio dei tuoi problemi.

Ti sei mai chiesto, seriamente, quanto manca alla tua pensione? Ti sei informato su quanto ti garantirà lo Stato, quando non lavorerai più?

Se non ti sei ancora posto queste domande, ecco perché è assolutamente necessario che tu te le ponga ora e che inizi a guardare in faccia la realtà.

Ovvero, che lo Stato NON sarà in grado di restituirti con la tua pensione quanto hai versato in tanti anni di lavoro e sacrifici, e l’unica garanzia che può darti è quella di una vecchiaia sulla soglia della povertà.

Questo non lo dico io, ma i dati ufficiali. È recentissima la notizia diffusa dall’ANSA sulla situazione patrimoniale dell’INPS: alla fine del 2021 la nostra cassa previdenziale registrerà un disavanzo patrimoniale di ben 904 milioni di euro.

Questo è quanto risulta dal bilancio di previsione approvato proprio nei giorni scorsi. Non è una novità che nella nostra cassa previdenziale scarseggino i fondi, considerando la crisi economica, l’alto tasso di disoccupazione e la discontinuità contributiva dovuta a un mondo del lavoro sempre più precario.

A pesare ulteriormente sulla situazione e a determinare il conto in rosso, poi, è intervenuto il sovraccarico di costi che l’INPS ha subito a causa del Covid-19.

In futuro cosa ci aspetta?

Fondi esauriti
Purtroppo, notizie poco incoraggianti. La situazione previdenziale italiana andrà sempre peggio, a conferma del fatto che il sistema è in un equilibrio sempre più precario.

Il messaggio è chiaro, per le pensioni lo Stato sta esaurendo i fondi e per chi oggi è nel mondo del lavoro, la pensione diventa sempre più un miraggio. Un’altra conferma arriva proprio dall’INPS, i cui dati ufficiali ci informano del fatto che chi è nato dopo il 1980, ad oggi rischia di andare in pensione all’età di 75 anni!

Quindi, se ti stai chiedendo cosa ti aspetta per la tua pensione, la risposta è già una certezza: lo Stato potrà garantirti una rendita insufficiente per pagarti le normali spese di sostentamento, come un affitto, le bollette e la spesa alimentare.

Tutto questo dopo anni di contributi versati, sacrifici e una vita passata per la gran parte del tempo sul posto di lavoro.

Il giorno della tua pensione, quando scoprirai l’importo da fame che ti avrà riservato lo Stato, avrai solo due alternative:

  • continuare a lavorare “per sempre”, o perlomeno, finché il tuo fisico non te lo permetterà, ma poi, quando non sarai più in grado di lavorare dovrai comunque affrontare il problema di come sostenerti;
  • chiedere aiuto ai tuoi figli e pesare così sulle loro spalle, dipendendo da loro per tutti gli anni a venire.

Non so come la pensi, ma nessuna delle due alternative mi sembra rispecchi quello che puoi avere in mente per il tuo futuro.

Quanto ti fa arrabbiare tutto questo? 

Quanto ti fa arrabbiare?

Eppure, affrontare il problema OGGI è l’unica via di uscita per riscrivere questo futuro deprimente. Oggi, infatti, SEI ANCORA IN TEMPO. Domani invece, sarà troppo tardi.

Devi iniziare a pensare che ora la tua pensione non è più un diritto, ma una TUA RESPONSABILITÀ!

Sullo Stato non puoi contare e per garantirti un buon tenore di vita negli anni della tua vecchiaia devi far affidamento sulle tue forze.

La buona notizia è che sei ancora in tempo per mettere al sicuro il tuo futuro e quello della tua famiglia, grazie a una SOLUZIONE DI TUTELA privata, studiata appositamente sulle tue esigenze da Parsifal.

Parsifal infatti, è nata proprio con l’obiettivo di proteggere le famiglie laddove lo Stato non è in grado di provvedere e sarà al tuo fianco per garantirti un futuro in piena tranquillità, quella che meriti dopo una vita di lavoro e sacrifici.

Compila il modulo che trovi qui sotto e richiedi subito una CONSULENZA GRATUITA. 

Entro 24 ore ti ricontatterà un consulente di Parsifal, uno dei nostri “cavalieri” formati per proteggere i cittadini come te dai nemici che mettono a rischio la sicurezza delle famiglie.

Compila il modulo qui sotto e richiedi ora la tua CONSULENZA GRATUITA.

A presto,

Lady Jessica

Lady Jessica

Previdenza

Articoli simili a questo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu