Nessun commento

I 3 rischi che minacciano il tuo patrimonio in fase di successione

Ecco come la pianificazione successoria mette i tuoi beni al sicuro come in un caveau, a cui solo i tuoi eredi possono accedere 

È naturale, ad un certo punto della propria vita, essere toccati dalla preoccupazione di dover disporre dei propri beni, per fare in modo che le persone care ne possano beneficiare.

Forse anche tu, per il bene delle persone che ami hai iniziato ora a pensarci seriamente. 

In realtà, quello della successione del patrimonio è un tema spesso ignorato o non preso in considerazione per diversi motivi, tra cui la mancanza di informazioni, ma anche per la “delicatezza” dell’argomento stesso. 

Pensare all’invecchiamento e alla morte in maniera lucida e distaccata, infatti non è semplice, e soprattutto non lo è prendere decisioni che riguardano un tempo futuro che va oltre la nostra esistenza.

Questa difficoltà ad affrontare il tema riguarda in particolar modo noi italiani. In Europa, infatti, siamo tra le nazioni con una più bassa percentuale di testamenti: mentre nei Paesi anglosassoni oltre il 75% della popolazione fa testamento, in Italia la percentuale è solo del 17%.

Quindi, da qui l’importanza di affrontare oggi in questo articolo un argomento ancora un po’ tabù come quello delle successioni, che però è necessario trattare se davvero vuoi proteggere le persone a te vicine.

Leggere questo articolo ti aiuterà a fare un passo in avanti nella protezione del tuo patrimonio, facendo in modo che le persone che ami ne possano disporre in accordo con la tua volontà.

È fondamentale che tu prosegua con la lettura per due motivi:

  • Affinchè tu prenda consapevolezza che il tuo patrimonio in fase di successione è a rischio. Sarà mio compito nelle prossime righe svelarti quali sono questi rischi e come evitarli;
  • Scoprire che esiste una soluzione, la pianificazione successoria, che metterà i tuoi beni al sicuro come in un caveau blindato, di cui solo i tuoi eredi avranno la chiave per accedere.

Iniziamo subito col definire che cosa si intende quando parliamo di successione.

La successione è quella procedura giuridica che, una volta sopraggiunta la morte, prevede il trasferimento del patrimonio ereditario ai tuoi eredi. Da chiarire che il patrimonio che erediteranno comprende sia gli attivi che i passivi: beni mobili e immobili, liquidità, crediti ma anche debiti, qualora tu ne avessi.

Questa fase, come puoi ben comprendere, è già di per sé delicata, se immagini che in quel momento i tuoi cari dovranno fare i conti con il dolore della perdita

Oltre a questo, però, a complicare le cose subentrano i rischi che minacciano il tuo patrimonio accumulato con una vita di sacrifici, rischi che possono rendere impossibile usufruirne per i tuoi eredi.

Vediamo subito di quali rischi si tratta.

Rischio n.1 Il tuo patrimonio non è adeguatamente protetto

Il primo rischio fa riferimento a un pre-requisito della successione, ovvero quello di mettere al sicuro il tuo patrimonio.

Prima ancora di pianificare la successione dei tuoi beni, infatti, è necessario che questi siano preservati per fare in modo che, dopo la tua morte, siano ancora intatti e che i tuoi eredi ne possano beneficiare.

Per esempio, hai messo in atto le adeguate tutele per difendere il tuo patrimonio da un eventuale pignoramento? 

Se ti sembra una situazione insolita e poco frequente, ti invito a leggere un po’ di cronaca attuale.

Nel mio lavoro mi capita di frequente di vedere situazioni in cui, a causa di errori commessi in buona fede e per una mancanza di competenze, alcune famiglie si ritrovano con conti correnti bloccati, immobili pignorati e l’impossibilità di accedere in qualunque modo alla loro liquidità.

Da un giorno all’altro si ritrovano dal possedere un certo patrimonio, al non avere nemmeno la liquidità necessaria per mangiare o pagare le bollette.

Tutto a causa di errori che si sarebbero potuti tranquillamente evitare con un piano di protezione adeguato.

Ecco perché il primo passo da fare per rendere la successione dei tuoi beni un processo agevole e nel rispetto delle tue volontà, è quello di proteggerlo con una corretta pianificazione.

Rischio n.2 Imposte di successione che prosciugano il tuo patrimonio

Come penso già saprai, per legge le persone che riceveranno in eredità i tuoi beni hanno l’obbligo di presentare la dichiarazione di successione e quindi di pagare la relativa imposta di successione.

Le aliquote e le franchigie stabilite per l’imposta sulle successioni e donazioni sono state previste dall’articolo 2, comma 48, del D.L. n. 262 del 2006.

In particolare, vengono applicate le aliquote:

  • del 4%, per i trasferimenti effettuati in favore del coniuge o di parenti in linea retta (ascendenti e discendenti) da applicare sul valore complessivo netto, eccedente per ciascun beneficiario, la quota di 1 milione di euro;
  • del 6%, per i trasferimenti in favore di fratelli o sorelle da applicare sul valore complessivo netto, eccedente per ciascun beneficiario, 100.000 euro;
  • del 6%, per i trasferimenti in favore di altri parenti fino al quarto grado, degli affini in linea collaterale fino al terzo grado, da applicare sul valore complessivo netto trasferito, senza applicazione di alcuna franchigia;
  • dell’8%, per i trasferimenti in favore di tutti gli altri soggetti da applicare sul valore complessivo netto trasferito, senza applicazione di alcuna franchigia.

In che modo l’imposta di successione rappresenta un rischio?

Ci sono molti casi in cui l’imposta di successione supera di gran lunga la disponibilità liquida degli eredi. 

Ti riporto un esempio concreto.

Poniamo il caso di un padre che lascia al figlio un patrimonio di immobili pari a 2 milioni di euro e 100 mila euro in liquidità. 

Il figlio, per ereditare l’intero patrimonio, pagherà le imposte su un totale di 2 milioni e 100 mila euro. Questo significa per lui dover spendere più di quello che eredita in liquidità, e non è detto che abbia la disponibilità economica per farlo.

Per evitare che il tuo patrimonio, faticosamente costruito negli anni, sia messo a rischio da pesanti tassazioni, è necessario agire prima, tutelandolo grazie alla pianificazione successoria, di cui ti parlerò tra poco. 

Ostacolo n.3 Le leggi sulle successioni sono obsolete e non ti garantiscono la tutela di persone care non familiari 

Ci sono molti casi – e uno di questi può essere il tuo – in cui una persona desidera lasciare i propri beni a una persona cara che non fa parte in alcun modo della genealogia familiare

Qui ci scappa il pensiero alla classica situazione dell’anziano che decide di lasciare tutta la sua eredità alla badante, con la rabbia dei figli che vengono “diseredati”, come pena per non essere stati presenti nel momento del bisogno.

Al di la di questi casi eclatanti che fanno notizia e che finiscono sui giornali, ci sono molti altri casi che la legge non tutela sempre adeguatamente.

Gli articoli del Codice Civile che riguardano le successioni risalgono al 1942 e non rispecchiano più l’evoluzione della nostra società e della struttura delle famiglie. 

Oggi infatti è sempre più rara la tipologia di famiglia cosiddetta nucleare, composta da mamma, papà e figli, ma ci troviamo di fronte a moltissime eccezioni: famiglie monoparentali, famiglie estese, coppie con figli non sposate, coppie omosessuali, conviventi ecc…

Anche qui si pone la necessità di pianificare con anticipo la successione, considerando le opportune eccezioni per rispettare la tua effettiva volontà.

Ora che abbiamo visto i 3 rischi che minacciano il tuo patrimonio in fase di successione, veniamo alla SOLUZIONE.

Grazie alla PIANIFICAZIONE SUCCESSORIA hai la garanzia di mettere i tuoi beni al sicuro come in un caveau, a cui solamente i tuoi eredi potranno accedere.

La pianificazione successoria è il percorso con cui puoi programmare la trasmissione del tuo patrimonio prima della morte, stabilendo in anticipo chi e come disporrà dei tuoi beni (immobili e capitali).

È qui che entra in gioco Parsifal, che a seguito di un’analisi approfondita, individua la migliore pianificazione per fare in modo che la successione avvenga in modo agevole, e soprattutto, rispettando le tue specifiche volontà.

In particolare ti aiutiamo a:

  • Mettere al riparo gli immobili dall’eventuale rischio di pignoramento;
  • Evitare che pesanti aspetti fiscali gravino sui tuo patrimonio, costruito con anni di sacrifici, e sui tuoi eredi;
  • Destinare sin da ora – tutto o in parte – il patrimonio a una o più persone specifiche, non per forza appartenenti alla tua genealogia familiare.

Vuoi scoprire come pianificare la successione del tuo patrimonio e mettere al riparo i tuoi beni e le persone che ami dai rischi? 

Il primo passo è quello di conoscere il livello di rischio a cui è sottoposto il tuo patrimonio.

Accedi ora al CALCOLATORE DEL RISCHIO PATRIMONIALE: scoprirai quanto il tuo patrimonio è a rischio in questo momento. 

ATTENZIONE: il risultato che otterrai dal calcolatore è indicativo. Per scoprire in modo accurato come proteggere il proprio patrimonio è necessaria la consulenza con un consulente di Parsifal.

Scopri subito il livello di rischio del tuo patrimonio! 

CLICCA QUI e accedi al CALCOLATORE DEL RISCHIO PATRIMONIALE di Parsifal

Articoli simili a questo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu